cerca nel catalogo del

sistema bibliotecario ticinese

Associazione scopi

L’Associazione Biblioteca Salita dei Frati è stata costituita nel 1976 in seguito ad un'iniziativa dei Cappuccini della Svizzera italiana, che decisero di aprire al pubblico la biblioteca del loro convento di Lugano, trasferendola in un nuovo edificio progettato da Mario Botta, e di affidarne la gestione ad un gruppo di persone al di fuori della comunità conventuale. Secondo l’art. 1 dello Statuto l'Associazione ha lo scopo di «promuovere lo studio e la ricerca nelle scienze religiose e nelle scienze umane» e assolve i seguenti compiti:

  1. cura l’apertura al pubblico della Biblioteca dei Cappuccini di Lugano (denominata dal 1980 Biblioteca Salita dei Frati);
  2. ne accresce costantemente il patrimonio bibliografico secondo criteri che le conferiscono una specifica fisionomia nel contesto bibliotecario della Svizzera italiana, acquisendo in particolare strumenti per lo studio del libro antico, opere di bibliografia e di biblioteconomia, opere sulla religiosità e sul francescanesimo;
  3. promuove un’attività culturale pubblica, organizzando conferenze e convegni di studio su tematiche di cultura religiosa (spiritualità, Bibbia, francescanesimo), bibliografica, filosofica, storica, letteraria;
  4. allestisce esposizioni di materiale librario ed iconico, rivolte soprattutto al libro d’artista e con particolare attenzione al rapporto fra testo ed immagine;
  5. pubblica una rivista, «Fogli», con contributi di storia del libro e dell’editoria e la descrizione di opere di particolare interesse bibliografico conservate nella biblioteca;
  6. promuove la pubblicazione di studi sui fondi della biblioteca e pubblica gli atti dei convegni organizzati.

Può far parte dell'Associazione ogni persona fisica o giuridica che approva lo Statuto e versa la tassa sociale annua (40 franchi al minimo per le persone fisiche, 10 franchi per studenti, apprendisti, pensionati, 100 franchi al minimo per le persone giuridiche). Chi fa parte dell'Associazione è informato regolarmente di ogni attività che si tiene in biblioteca, in particolare ricevendo gratuitamente «Fogli» e gli inviti alle manifestazioni, partecipa alle scelte dell'Associazione nell'assemblea annuale e contribuisce al finanziamento dell'attività con la tassa annua.

Top